HomeChi sono

jung-stone-mandala-thumb
Jung stone mandala

jung

JUNG E LA PSICOLOGIA ANALITICA

La grandezza di Jung e della sua psicologia consiste fondamentalmente nel suo proporsi non come verità dogmatica scientificamente rivelatasi, ma come invito alla reale esperienza psichica

LEGGI TUTTO

Dott.ssa Teodora Iannetti

Psicologa e psicoterapeuta

Sono nata a Pescara il 13/09/1956. Mi sono laureata a Padova nel dicembre del 1979 in Psicologia con indirizzo applicativo.
Ho svolto attività didattica presso la scuola per Infermieri Professionali di Pescara dal 1980 al 1993 e di Popoli dal 1981 al 1984  e presso la scuola per Terapisti della Riabilitazione dal 1983 al 1993.
Nel 1983 ho iniziato ad esercitare la libera professione come PSICOLOGA  e in seguito come PSICOTERAPEUTA.
Sono iscritta all’Albo degli PSICOLOGI e degli PSICOTERAPEUTI della Regione Abruzzo.


Ricevo per appuntamento: tel.3391063437

Via Montanara, 35 - PESCARA


Dopo aver seguito seminari e corsi di formazione di vari indirizzi, ho approfondito la sua formazione in ambito analitico con un’analisi didattica ad indirizzo junghiano.
Il mio lavoro di psicologa psicoterapeuta si svolge attraverso incontri individuali della durata di circa un’ora, nei quali, attraverso varie metodiche quali  l’interpretazione dei sogni, l’insegnamento di alcune tecniche di rilassamento e di visualizzazione,l’anamnesi e, più in generale il colloquio clinico e l’ascolto, si favorisce la verbalizzazione delle problematiche che creano sofferenza con l’intenzione di trasformare il sintomo, il disagio, il dolore in consapevolezza del senso che hanno per la propria esistenza.

La guarigione, quindi, non è solo la scomparsa del sintomo, che comunque è auspicabile che avvenga nel più breve tempo possibile, ma anche il recupero della capacità di vivere il quotidiano con appagamento e il possesso di nuovi strumenti per affrontare con autonomia i problemi che si presenteranno.

La durata del trattamento è impossibile da prevedere: possono bastare pochi incontri o possono essere necessari degli anni. Per quanto riguarda invece la frequenza degli incontri, si comincia con una volta alla settimana, per poi diradare gli appuntamenti. Tutte le decisioni, come pure la fine del trattamento, vengono concordate con il paziente.
Le problematiche psichiche affrontate riguardano sia disagi esistenziali che sintomi strutturati quali stati di ansia e angoscia, insonnia, attacchi di panico,problemi alimentari ( anoressia e bulimia), tossicodipendenze, problemi legati alla sessualità, sintomi ossessivi, isteria, fobie e malattie  psicosomatiche, personalità borderline.
Si esclude il trattamento di bambini di età inferiore a 12 anni, le psicosi conclamate, e alcuni casi di tossicodipendenza (da valutare) per i quali si richiede il ricovero in strutture adeguate.