HomeL’insegnamento di Gurdjieff

jung-stone-mandala-thumb
Jung stone mandala

jung

JUNG E LA PSICOLOGIA ANALITICA

La grandezza di Jung e della sua psicologia consiste fondamentalmente nel suo proporsi non come verità dogmatica scientificamente rivelatasi, ma come invito alla reale esperienza psichica

LEGGI TUTTO

Articolo pubblicato sulla rivista La Nuova Alternativa ANNO III N.17

L’insegnamento di Gurdjieff 

...L’insegnamento di Gurdjieff appartiene alle “vie della mano sinistra”, ossia a quei percorsi iniziatici che accentuano l’importanza al Potere e alla comprensione intellettuale piuttosto che all’Amore, e forse nel caso di Gurdjieff questo significò una eccessiva severità, un’assolutizzazione dell’insegnamento nella direzione delle tendenze del suo carattere. Ad esempio il disprezzo per l’uomo-macchina non compensato dalla “compassione” divenne un’arma ambigua di cui si servivano i suoi allievi per punzecchiarsi tra di loro e per disprezzare chi è fuori dalla Scuola.

Il pericolo di diventare aride e senza amore accomuna tali percorsi iniziatici, e il fanatismo in questo ambito può diventare disprezzo verso determinate categorie di persone o di razze ( l’esempio del nazismo è eclatante). D’altra parte nelle “vie della mano destra” il pericolo, l’Ombra è il fatalismo, la rassegnazione, il sentimentalismo. (J. Evola   “Lo yoga della potenza”   Mediterranee).

 L’Amore e la Potenza trovano la loro sintesi e il loro equilibrio nella Sapienza …..G. chiama il suo insegnamento la Quarta via, la via dell’uomo scaltro, che cerca di armonizzare i suoi tre centri, il motore, l’emozionale e l’intellettuale, partendo dalla situazione esistente…Come sempre l’insegnamento di G. è uno strumento per approfondire la conoscenza di sé, con l’accortezza di non esagerare e di non arrivare al fanatismo…. Certo , questo insegnamento ci è arrivato proprio a “frammenti”, lacunoso e incompleto, e forse ci è stata tramandata solo una parte , e molto piccola, di quel che c’era da dire. Il resto è da “fare” e da raccontare…secondo la propria infinita fantasia…